La mia tesi di laurea: STORIE TESTACODA® – Medicina narrativa per pendolari dell’immaginazione

Due marzo duemiladiciassette: questa data rappresenta la conclusione della mia esperienza di papà/lavoratore/studente presso UNIMORE (Università degli studi di Modena e Reggio Emilia). In questa data ho conseguito la Laurea Triennale in Scienze della Comunicazione dopo tre intensissimi anni di studio, nuove esperienze e momenti indimenticabili.

Avrei migliaia di parole e centinaia di righe da digitare ma alcune emozioni sono difficili perfino da descrivere, per questo motivo riporterò soltanto:

  1. un commento di Tullio De Mauro che ritengo valido per tutti coloro che si occupano di scrittura e di comunicazione, compresa quella tecnica:
    “Quando dobbiamo costruire un discorso ci troviamo dinanzi in uno stesso momento le cose da dire, le persone cui vogliamo rivolgerei, i motivi per cui vogliamo o dobbiamo parlare o scrivere, i mezzi espressivi di cui disponiamo, le condizioni dell’ambiente in cui ci prepariamo a esprimerci, il tempo e lo spazio disponibili ecc.: uno stretto intreccio dal quale occorre cercare di estrarre il discorso più adeguato a ciò che serve.” (Tullio De Mauro – Guida all’uso delle parole – 1980, 120)
  2. la mia tesi di laurea: STORIE TESTACODA® – Medicina narrativa per pendolari dell’immaginazione.
    Con il termine Narrative Medicine (Medicina Narrativa) si intende una pratica medica che non sostituisce la medicina tradizionale ma la affianca per comprendere al meglio le complesse situazioni narrative che si creano tra i pazienti e tutti i soggetti in relazione con loro: medici, infermieri, operatori sanitari.
    In questo contesto ho ritenuto possano trovare uno spazio, anche piccolo, le mie STORIE TESTACODA®.

Avrei potuto scegliere di lavorare ad una tesi con argomenti che tratto quotidianamente come la redazione tecnica o altri che ho trattato in passato ma ho deciso, ancora una volta, di affrontare temi ed argomenti nuovi, argomenti in grado di aprire la mia mente il mio cuore ed i miei occhi su nuovi mondi, nuove esperienze, nuovi orizzonti, nuovi sogni…

tesi-cop01

Un doveroso ringraziamento va alla Dott.ssa Uboldi Sara, grazie a lei ho scoperto la Narrative Medicine (Medicina Narrativa) ed ho potuto realizzare le nuove STORIE TESTA CODA® geometriche (scaricabili gratuitamente qui)

Colgo l’occasione per ringraziare inoltre Casina dei Bimbi e Claudia Nasi (Fondatrice e Presidente) per la disponibilità e la condivisione di alcuni materiali.

 

 

Annunci

Il mio Progetto STORIE TESTACODA® presentato con Adobe Spark

logo SITOAdobe Spark fa parte della famiglia dei webware e consente di raccontare progetti anche complessi in modo rapido abbinando testi, immagini, video.

Per sostenere un recente esame universitario ho presentato, tramite Spark, il mio Progetto STORIE TESTACODA®: storie per bambini ospedalizzati.

Ecco il Progetto: https://spark.adobe.com/page/NP9Y3/

Sfruttando le potenzialità di Spark ho potuto mettere in evidenza come, con STORIE TESTACODA®, il bambino è il vero protagonista.

Credo in questo Progetto e STORIE TESTACODA® dal 2012 è un marchio registrato.

La strada è lunga, ma le idee sono tante…

Oltre ad Adobe Spark segnalo altri due interessanti webware che ho utilizzato per sostenere un ulteriore esame:

  1. Timeline JS con cui ho realizzato LIFE, il ciclo della vita:https://cdn.knightlab.com/libs/timeline3/latest/embed/index.html?source=1v4HalOBT3p0XPp9nubAnieDaEfaNTBQQ_OM4TUeudhs&font=Default&lang=en&initial_zoom=2&height=650
  2. Storymap JS con cui ho raccontato una Crociera di cinque giorni: https://uploads.knightlab.com/storymapjs/45b0fdb5e23b01cc1ea077e17d828452/prova/draft.html

La flessibilità di Adobe Spark, Timeline e Storymap li rendono strumenti semplici ma estremamente efficace, strumenti che ritengo possano trovare ampio spazio anche in ambito Tecnico.

Da un’idea per bambini ospedalizzati al progetto di comunicazione sociale

Poche righe, poche parole per presentare la mia ultima idea: www.storietestacoda.it.

Grazie all’associazione Casina dei Bimbi l’idea prende forma e viene inserita all’interno del kit monouso per giocare in ospedale.

I KIT fanno parte del progetto “Una Casina nel Pronto Soccorso” che ha come obiettivo l’affiancamento dei bambini e dei loro familiari sin dal primo contatto con la struttura ospedaliera.

Sviluppare un’idea, registrare un marchio, trovare un provider, comprare e registrare un dominio, caricare un CMS, upload, analytics, presentare il progetto, trovare il contatto giusto per dargli vita, idee, pensieri, sogni … da tutto questo nasce STORIE TESTACODA