Perchè questo blog?

L’Alesatoredivirgole si propone come contenitore di idee, esperienze e informazioni relative al mondo della redazione/grafica tecnica.

Consapevole che la redazione tecnica da sola non sempre riesce a soddisfare le esigenze degli utenti/utilizzatori finali, l’Alesatoredivirgole si pone l’obiettivo (sicuramente ambizioso) di fondere tecnica e grafica portando il Technical Writing sempre più verso la Technical Communication.

Comunicare la tecnica richiede passione, dedizione, predisposizione, attenzione ai particolari e tanto altro, lo stesso documento può essere realizzato in svariati modi e con software più o meno evoluti (e costosi).

Informarsi, aggiornarsi e confrontarsi in modo costante con chi affronta quotidianamente le problematiche legate alla comunicazione tecnica e grafica non può che essere uno strumento di crescita per ciascuno di noi.

Così come nello sport, per migliorare è indispensabile confrontarsi con i migliori.

Proprio per questo ho dato vita a questo blog, con la consapevolezza di avere una grande responsabilità ma con la speranza di offrire un buon servizio.
Ben vengano suggerimenti, commenti e critiche … costruttive.

Perché proprio un Alesatoredivirgole? Un Alesatoredivirgole è colui che, partendo da appunti sommari annotati sulle pagine di un taccuino o su fogli volanti, rimodella le frasi, ne ricompone il significato e la forma, ne semplifica i concetti senza stravolgerne il significato. In altre parole crea uno spazio (una alesatura) tra punti e virgole nel quale inserire contenuti.

Riporto alcuni link che mi hanno stimolato ed incoraggiato ad aprire un blog su un tema complesso ma allo stesso affascinante come questo: Writec, Ilmestierediscrivere, Ergosum.

Il vero Perché di questo blog: Per oltre 20 anni lavori come un bravo soldatino, ordinato, diligente, cercando di non perdere il sentiero, ma sempre con i tuoi sogni in testa. Arrivano i figli, la crisi dei mercati e tu combatti, fai sacrifici e non molli un centimetro, vai avanti senza nemmeno voltarti indietro . Poi, un giorno … compi 40 anni e qualcosa scatta! Entri nel tuo SECONDO TEMPO e decidi di non perderlo…

… finchè un bel giorno mi sono accorto che
bisognava decidere
finchè un bel giorno la carta d’identità
non mi ha rivelato la verità
non è il momento, non è il momento di scherzare
qui c’è un casino, un casino di cose da fare
ho superato, ho superato la metà
del mio viaggio e mi devo sbrigare
che c’è il mio secondo tempo e non voglio perderlo…
…quanti armadi da svuotare, quante cose da buttare
che sembravano importanti e invece non mi servono
quante occasioni perse da recuperare
quante carte da giocare
che c’è il mio secondo tempo e non voglio perderlo…
TESTO TRATTO DA “IL MIO SECONDO TEMPO” – MAX PEZZALI

2 Risposte

  1. Carissimo è bello saperti attivo sul blog ! Un’abbraccio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: