Formazione Cocktail

CocktailSe è vero che il termine Cocktail indica “una miscela proporzionata ed equilibrata di diversi ingredienti”, posso affermare che la mia formazione professionale è sempre più una formazione Cocktail.

Da qualche anno ho infatti intrapreso un percorso formativo “variegato” per:

  • colmare le mie tante lacune,
  • diventare un comunicatore tecnico affidabile,
  • essere in grado di comunicare informazioni complesse in modo chiaro,
  • essere in grado di comunicare non solo tramite testi ma tramite immagini,
  • sopravvivere alla crisi dei mercati.

Comunico attraverso testi e immagini, per questo motivo mi ritengo un Technical Communicator (tanto per utilizzare un termine alla moda … noto però da decenni…) e come tale sono consapevole che, per svolgere questa professione al meglio, l’esperienza acquisita negli anni è solo una base, importante, da cui partire per crescere ed apprendere ancora.

La comunicazione tecnica, così come la scrittura o la fotografia (scrivere con la luce), richiede competenze specifiche che solo attraverso lo studio, la pratica ed il confronto possono essere assimilate.

I miei sono documenti in movimento.

Documenti che, grazie ad un costante processo di aggiornamento e affinamento, cerco di rendere sempre più comprensibili, immediati, chiari.

Tralasciando per ora la lingua inglese, che merita un discorso a parte e con la quale un giorno raggiungerò (forse) un armistizio, mi sono concentrato su quegli aspetti che ritengo collegati alla mia professione: redazione/comunicazione tecnica.

L’evoluzione normativa, tecnologica e “umana” (ovvero l’utente che legge il documento tecnico), richiedono documenti professionali e competenze che possono essere acquisite principalmente attraverso:

  • una formazione costante,
  • il confronto quotidiano:
    • sul campo,
    • con esperti,
  • lo studio,
  • la pratica.

Saper impaginare un documento tecnico tramite InDesign, Word o altri software è importante, tanti lo sanno fare ed anche molto bene, ma non basta per essere un buon Technical Writer/Communicator.

Il Technical Writer/Communicator deve essere in grado di produrre un “buon documento”: chiaro, comprensibile, fruibile e sicuro. Molto meglio un “buon documento”, anche semplice, anzichè un “bel documento” ma inefficace.

La capacità di produrre un “buon documento” è strettamente legata all’esperienza ed alle competenze acquisite in vari ambiti, es.:

  • gestione dei contenuti (struttura, organizzazione, presentazione…),
  • analisi degli utenti (coloro che leggeranno il documento),
  • regole di scrittura,
  • utilizzo strumenti grafici (disegno, prospettiva, impaginazione, fotoritocco …),
  • problematiche legate alla composizione grafica (visual design, fotografia, web, colori…),
  • normative di riferimento (tecniche, redazionali…),
  • … e tanto altro.

Ovviamente essere competenti non significa “sapere tutto di tutto” (il che è praticamente impossibile), ma significa avere una visione “aperta” e competenze di base da approfondire, eventualmente, in un secondo momento.

Quando la documentazione aziendale viene organizzata e prodotta da un gruppo di persone, ciascuna con competenze specifiche, l’esigenza di una ”formazione Cocktail” viene forse meno.
In questo caso si può contare su specialisti del settore con elevate competenze (chi per la scrittura, chi per la grafica, chi per la parte normativa, ecc).
In questo caso possiamo parlare di Team Writing.

Al contrario, quando la documentazione viene organizzata e prodotta in toto da una sola persona, si parla di Solo Writer.
Il sottoscritto rientra, come molti altri, in questa “categoria”.

Per quanto mi riguarda, essere un Solo Writer è:

  • impegnativo: spesso devi partire da zero in quanto non si hanno competenze in quell’ambito,
  • complesso: non è sempre immediato collegare ed integrare tutte le info raccolte,
  • in alcuni casi: molto dispendioso, non solo in termini economici.

Essere un Solo Writer offre però anche diversi vantaggi, ad es.:

  • la possibilità di:
    • sperimentare tecniche di scrittura o riscrittura,
    • ampliare le competenze grafiche,
    • dare spazio alla propria creatività,
    • avere il pieno controllo del proprio lavoro,
    • fare nuove esperienze:
      • scrivendo di prodotti differenti per tipologia o mercato,
      • in ambito fotografico (tecnica, negativo digitale, composizione…)
    • spaziare tra diversi ambiti normativi,
    • essere in continua evoluzione,
    • essere autonomo.

Team Writing vs Solo Writer, quale dei due? Dipende … dal tipo di documento da produrre, dal tipo di prodotto da descrivere, dalle dimensioni dell’azienda, dall’esperienza dei singoli, ecc.

Purtroppo in Italia NON esiste, oggi, una scuola o un vero percorso in grado di produrre “Redattori Tecnici”.

Chi sui occupa di Comunicazione Tecnica e vuole farlo in modo professionale, può contare:

Credo che una formazione iper-specialistica intesa come “so fare solo quello e so farlo al meglio” offra vantaggi non indifferenti, ma solo se si è ai massimi livelli.
In questo caso il rischio potrebbe essere quello di risultare competitivi in uno “spicchio” limitato del mercato.

Al contrario una “formazione Cocktail” non consente (forse) una preparazione iper-specialistica, ma offre la possibilità di essere maggiormente adattabili a diversi “spicchi” di quel mercato.

Non so se la strategia che ho messo in atto è quella giusta, ma è il tipo di formazione che desidero avere e che ritengo mi offra le maggiori garanzie nel medio periodo.

Ogni giorno comunico informazioni più o meno complesse attraverso testi e immagini … ma NON sono uno scrittore, sono un semplice Alesatoredivirgole con una formazione Cocktail, un Solo Writer ma fortunatamente NON un Writer Solo …! 🙂

I termini Solo Writer e Tem Writing sono tratti daWriting and designing manuals (terza ediz.)– Patricia A. Robinson  

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: