S(a)bryna: dall’idea al brevetto … andata e ritorno

Da tempo coccolavo un’idea (CLICCA QUI per vederla),  una delle tante che popolano la mia mente come tante nuvolette bianche nel cielo azzurro.

Durante questo periodo forzato (ahimè) di riposo, ho avuto tempo e modo per dare forma a questa idea, pertanto cerco di illustrarla in modo molto semplice ed inizio con il quesito che le ha dato vita: come faccio a sapere se il mio congelatore si è scongelato? Durante periodi di assenza prolungati, potrebbero verificarsi infatti interruzioni della fornitura di energia elettrica anche prolungati (o malfunzionamenti temporanei di vario tipo). Come sapere quindi se gli alimenti hanno subito uno scongelamento ed un successivo ri-congelamento? Mangiarli potrebbe essere molto pericoloso per la nostra salute.

I metodi possono essere diversi, ma i risultati potrebbero non essere evidenti.  Alcuni nuovi congelatori prevedono appositi accessori che segnalano e tengono traccia di eventuali interruzioni di corrente.

E nei vecchi congelatori? Come fare?

In realtà esistono alcuni metodi “fai da te” come: posizionare un contenitore (bottiglietta, vasetto) con una piccola quantità di acqua nel congelatore e capovolgerla;  oppure utilizzare uno-due cubetti di ghiaccio all’interno di un contenitore o di un sacchetto, se sciolti significa che la temperatura si è alzata oltre lo zero.

Allora perché non pensare a qualcosa di specifico da utilizzare? Qualcosa in grado di definire il tempo di scongelamento in funzione della quantità di liquido contenuto? Dopo alcune brevi ricerche ho notato che in commercio non esiste nulla (o almeno non ho trovato nulla di simile).

Ecco allora che l’idea prende forma e nasce S(a)bryna, “la sentinella del tuo congelatore”.

Nei giorni scorsi ho cercato di capire se l’idea poteva essere brevettata (non è una invenzione di materiale in quanto il materiale è di uso comune) o tutelata ma, a quanto pare, sarebbe una spesa inutile e l’idea poco difendibile in caso di contestazioni o esemplari prodotti da parte di altri.

Il mondo dei brevetti è vasto e complesso e spesso garantisce una “copertura totale” solo a fronte di investimenti e spese importanti.

Le possibilità per “proteggere” le nostre/vostre idee sono tante, ma le forze (tempo e denaro) da mettere in campo sono molte di più. Provatele tutte, non demordete ma fate attenzione, fatevi consigliare da esperti in materia, a partire dalla Camera di commercio della vostra città che sapranno darvi consigli per marchi, loghi ,siti, idee e tanto altro.

Se pero’ conoscete persone di fiducia nel settore tanto meglio.

Per quanto riguarda la mia idea… Peccato, però mi sono divertito.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: