ai-learning: e-rrore o opportunità?

In un mercato globale nel quale le aziende tendono a decentrare/delocalizzare a centinaia (spesso a migliaia) di Km sedi e stabilimenti produttivi, gli strumenti ideali per garantire una adeguata formazione sono indubbiamente le piattaforme e-learning (che ho ribattezzato ai-learning).

Le metodologie e-learning, sempre più utilizzate e proposte come strumento formativo in ambito scolastico/universitario, oltre che in ambito specialistico (vedi ad es. corsi di formazione a favore di enti/collegi di categoria), consentono di ottenere questi principali vantaggi: eliminazione carta; riduzione costi trasferte/docenze; reperibilità e accesso della documentazione in qualsiasi momento; uniformità di informazione.

Ulteriori vantaggi sono dati inoltre da: possibilità di progettare materiali didattici mirati con contenuti specifici, assenza di orari vincolati/forzati, possibilità di monitorare il livello di apprendimento delle figure da formare.

A differenza dei corsi universitari, all’interno dei quali vengono fornite tutte le nozioni fondamentali necessarie, la formazione aziendale dovrebbe concentrarsi sulle caratteristiche specifiche del prodotto, addentrandosi nei particolari e spiegando i criteri e le motivazioni delle scelte fatte, ad es.: perché si utilizzano determinate tolleranze sui disegni tecnici; oppure perché sono stati scelti determinati materiali e non altri; ecc.

Porto ad esempio 3 problematiche ricorrenti:

  1. un Ingegnere neoassunto (che durante gli studi accademici avrà sicuramente avuto modo di studiare ed approfondire le problematiche legate alla progettazione degli ingranaggi e della cinematica degli stessi) difficilmente potrà comprendere appieno le scelte tecniche fatte dall’azienda se non attraverso una minima formazione interna.
  2. Allo stesso modo lo stesso Ingegnere solamente dopo un percorso di formazione specifico potrà essere in grado di “comunicare” e comprendere il linguaggio di quella azienda tramite codici, riferimenti o sigle (il gergo aziendale).
  3. Ad oggi, a fronte di personale neoassunto, si organizzano spesso mini-corsi interni (non sempre esaustivi) con l’intento di spiegare alla meno peggio “cosa produco”, “come sono organizzato” e poco più.

Con questo sistema si hanno tendenzialmente 2 problemi:

  • Ad ogni nuova assunzione almeno 1 o 2 figure aziendali “spendono” tempo per istruire il neoassunto;
  • Non si ha un feedback di quanto è stato recepito dal neoassunto.

Proprio per risolvere queste carenze ed altre problematiche legate alla formazione aziendale, ritengo la formazione ai-learning (dove ai sta per formazione interna all’azienda) un potente strumento su cui puntare in modo deciso.

Spesso le aziende investono enormi capitali in immagine (bellissimi loghi, cartelloni e gadget) sottovalutando il problema della formazione tecnica, un prodotto più che essere bello deve soddisfare la clientela in termini di sicurezza, qualità e prestazioni (un buon prodotto si acquista anche se costa un po’ di più).

Per fare questo però non basta pensare a “riorganizzare” i sistemi produttivi (lean thinking o altro), si deve innovare sperimentando in modo serio nuove soluzioni partendo da una base tecnica solida.

ai-learning quindi non è un e-rrore di scrittura ma bensì una grande opportunità per tutte quelle aziende intenzionate a far crescere i propri dipendenti e la qualità dei propri prodotti.

PS: in realtà il termine scritto in origine era i-learning ma, dopo una breve ricerca, ho scoperto che ilearning sono prodotti utilizzati da Oracle, pertanto ho variato (mio malgrado) il termine originale in ai-learning. In questo modo il ruolo della persona da formare assume un ruolo centrale, infatti con il termine ai, risulta evidente che IO (ai in inglese) sono colui che si forma ed impara (learn). Scusate per il disguido.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: